Tag

Il 2014 si è chiuso con segno positivo per le esportazioni italiane. Rilevanti in questo senso il mese di dicembre 2014 e la UE come territorio di riferimento, che fanno registrare un incremento del 2% a confronto con la chiusura in pari nel 2013, un avanzo della bilancia commerciale che ammonta a 42,9 miliardi di euro.

Nella fattispecie la Comunità Europea ha visto un aumento del 3,7% dell’esportazione italiana, con un avanzamento del 6,3% periodo su periodo per il mese di dicembre. Lo stesso mese vede una crescita del 2,6% rispetto al precedente mese di novembre.

La crescita in valore delle esportazioni annue si fissa al 6,3%, mentre quella in volume al 5,4%. Nonostante l’import veda un calo su base annuale dell’1,3% il saldo commerciale si attesta in maniera positiva: 5,8 miliardi di utile rispetto ai 3,4 miliardi registrati a dicembre 2013. Questa diminuzione congiunturale dell’import è circoscritta principalmente all’area extra-UE (-3,7%), mentre per quanto riguarda i settori dell’energia (+7,5%) e dei beni di consumo non durevoli (+3,4%) si assiste comunque ad un incremento. Anche per ciò che riguarda l’export categorie come i beni strumentali (+3,8%) e i beni di consumo non durevoli (+3,5%) si rivelano in espansione. I mercati più proficui per l’export nel 2014 si sono dimostrati il Belgio (+15,7%), gli USA (+10,2%), la Polonia (+9,9%) e i paesi delle Economie Dinamiche Asiatiche (+9,6%). I settori invece che hanno ottenuto i risultati migliori sono quelli degli autoveicoli (+10%), degli articoli farmaceutici, chimico-medicinali e botanici (+5,6%) e dei mezzi di trasporto – autoveicoli esclusi (+5,5%). Il calo di acquisti, al contrario, si colloca principalmente nei paesi OPEC (-29,4%) e in Russia (-20%), oltre che nei settori del gas naturale (-25,9%) e dei prodotto petroliferi raffinati (-17,1%).

Il trend si rivela, dunque positivo, motivo per il quale molti potrebbero considerare l’idea di diventare imprenditori. Cogefim, con la sua trentennale esperienza, può offrire opinioni e predisporsi come partner nella transazione di compravendita aziendale.