Tag

,

Cogefim, leader nel panorama dell’intermediazione aziendale, è colpita dalla crescita dell’agriturismo italiano nel 2016.

Secondo l’analisi del portale agriturismo.it con la collaborazione di casavacanze.it crescono sia le strutture ricettive che le richieste di soggiorno registrando rispettivamente un aumento del 3% e 7%.
Le strutture agrituristiche attirano l’attenzione perché offrono il meglio della cucina italiana ed eleganti strutture immerse nella natura. A pensarla così sono soprattutto gli stranieri che incidono sull’aumento complessivo di presenze per il 26% e prediligono le regioni come il Friuli Venezia Giulia, il Veneto e la Sardegna. Infatti in queste regioni la percentuale di stranieri va ben oltre la media italiana, con il 48,3% del Friuli, il 46,1% del Veneto e il 40,6% della Sardegna sul totale degli ospiti. Mentre per gli italiani la scelta è differente: preferiscono la Toscana (aggiudicandosi il 33,1% dell’offerta di agriturismo a livello nazionale), l’Umbria, il Veneto e la Lombardia.
Il segreto del successo del comparto è l’ottimo rapporto qualità/prezzo soprattutto se si prende in considerazione che l’80% delle strutture ha dichiarato di non aver alzato i prezzi rispetto al 2015 nonostante l’afflusso di richieste.