Tag

,

L’affluenza delle persone in Puglia, nel periodo di pasqua, ha aperto nuove aspettative per il periodo estivo.

Arrivano i risultati positivi per l’anno 2017, a confermarlo sono i dati raccolti tramite 500 questionari somministrati agli operatori regionali della ricettività del settore alberghiero ed extralberghiero. Il 20% degli intervistati, alla vigilia di Pasqua, conferma un tasso di occupazione delle camere incluso tra il 100 e l’80%, dato in aumento se si considerano le vendite nelle ultimissime ore: il 30% conta di raggiungere tra l’80 e il 100% di occupazione delle camere per merito delle prenotazioni in loco e last minute. Per il weekend di Pasqua più del 60% degli operatori conta di superare il 40% delle camere vendute. Inoltre viene percepita una sostanziale stabilità dell’andamento della clientela italiana per il periodo pasquale (39%), il 12% dichiara invece aumenti, inclusi nel 42% dei casi tra l’11 e il 20%. Gli intervistati hanno espresso previsioni per quest’estate, confermando una percezione di generale stabilità rispetto al 2016 e puntando ad un aumento del 35% di presenze straniere e complessive. Cogefim nelle sue opinioni condivide i risultati positivi confermati dall’analisi sull’andamento del turismo, presentati dalla regione Puglia alla Bit (Borsa Internazionale del Turismo); con 14,4 milioni di presenze (13,5 milioni nel 2015). Sempre confrontando i dati rispetto al 2015, viene sottolineato l’incremento registrato sia negli arrivi (+9%) che nei pernottamenti.