Cogefim S.r.l. conferma la ripresa del mercato della lavorazione del legno

Tag

,

Cogefim, realtà di successo nel comparto dell’intermediazione aziendale, analizza i dati e le recensioni che confermano una ripresa del settore della lavorazione del legno.

Nello specifico viene preso in considerazione lo studio dell’associazione dei costruttori Acimall sui preconsuntivi 2015 del settore. Questa analisi sottolinea la netta ripresa del mercato della lavorazione del legno: una ripresa della produzione superiore di 7,2 punti percentuali sul 2014 e un tasso di importazione con un valore incrementale di oltre il 22%. Questi dati non solo mostrano un netto segnale di ripresa del mercato interno, ma ipotizzano per il settore delle tecnologie italiane per la lavorazione del legno una crescita per tutto il 2016 stimata intorno ai cinque/dieci punti percentuale. Questo scenario risulta essere molto incoraggiante, soprattutto se si pensa che i dati fanno riferimento a un settore che rappresenta il 18% dell’intera produzione mondiale.

Cogefim Srl osserva la Fastener Fair Italy 2016

Tag

,

Rimane costante l’interesse di Cogefim per la Fastener Fair Italy prevista il 28-29 settembre 2016 presso MiCo – Milano Congressi.

A causa del boom di richieste di partecipazione sono molto alte le aspettative verso questa vetrina di rilievo per i produttori e distributori di viteria, bulloneria, fissaggi e relative tecnologie. La società che cura l’evento, la Mack Brook Exhibitions, ha deciso di aprire uno spazio espositivo aggiuntivo per far fronte alla continua domanda di stand e permettere ad un maggior numero di aziende di mettere in mostra i propri prodotti.

È stata già confermata la partecipazione di alcune delle aziende italiane leader del settore come Sacma Limbiate, Ambrovit, Marposs Italia, DFV Automazioni, Italbolt Inox Service e Bralo Italia. Nomi noti anche per il comparto industriale straniero come Fastbolt, Lancaster Fastener Co, Schwer + Kopka Gmbh.

Cogefim Srl concorda con gli esperti del settore che preannunciano un grande successo per questa vetrina altamente composita e vivace.

L’attenzione di Cogefim S.r.l. sull’incremento dei consumi in Italia

Tag

,

Cogefim analizza attentamente le recensioni pubblicate da Confcommercio in merito alla crescita di consumi e fiducia.

Nello specifico il quadro riportato dal Centro Studi mostra una situazione economica nazionale in netta ripresa. A luglio infatti i dati si attestano su un +0,4% rispetto al mese precedente, registrando anche la migliore crescita tendenziale dal medesimo mese del 2010, un +2,1%.
Seppur in un clima di prudenza anche i dati relativi ai consumi, concentrati per lo più sui beni durevoli, registrano un aumento degli acquisti. Segnali positivi anche nel settore manifatturiero e nel mercato del lavoro. Viene registrato infine un successo dei comparti relativi a beni per la casa e autotrasporti, che ha come contrappeso una diminuzione dei servizi, leggermente in calo.
Cogefim, analizzando i dati esposti da Confcommercio, condivide l’opinione degli esperti secondo cui gli indicatori economici registrerebbero un generale andamento positivo nella situazione economica nazionale.

L’andamento del mercato agricolo e l’opinione di Cogefim S.r.l.

Tag

,

Secondo gli esperti del settore il comparto agricolo ha registrato in questi ultimi tre anni una crescita degli impieghi. Il dato è in linea con l’andamento positivo dell’intero settore.

Essendo il mercato agricolo un comparto merceologico molto interessante per il territorio italiano, Cogefim S.r.l. valuta attentamente le opinioni degli esperti in materia, come quella di Roberto Grassa. Nello specifico il direttore generale di CreditAgri Italia mostra il lato negativo di questo boom di assunzioni: i costi per sostenere quest’aumento di impiego sono troppo elevati e mettono a dura prova l’intero settore.
Questa sofferenza viene stimata nell’ordine di circa 5,6 miliardi di euro. Considerando che tale cifra rischia di frenare lo slancio delle imprese italiane, Cogefim S.r.l. condivide le dichiarazioni di Roberto Grassa secondo cui alle società non basta poter accedere ai finanziamenti. L’unica soluzione è quella di favorire lo sviluppo della cultura di impresa.

Prospettive per HOST 2015: Cogefim S.r.l. e le opinioni sull’alimentare

Tag

Il settore alimentare rappresenta sicuramente un aspetto di eccellenza per il territorio italiano, oltre che uno dei settori commerciali di maggiore successo in tutto il mondo. Come dimostrato dall’adesione alla manifestazione internazionale di Expo 2015, tale comparto può davvero dimostrare una reale forza di attrazione, per questo motivo Cogefim S.r.l. si unisce alle prospettive positive espresse dall’Amministratore Delegato di Fiera Milano, il polo che ospiterà la manifestazione legata alla ristorazione professionale e all’alimentazione Host, allestita ogni due anni e che avrà luogo nel 2015 dal 23 al 27 ottobre.

Le opinioni espresse al riguardo dall’AD, infatti, sono decisamente ottimistiche, prevedendo un numero record di espositori, di cui il 40% proveniente dall’estero. La reale finalità di questo tipo di manifestazione dovrebbe essere, secondo le opinioni del dirigente, di poter attivare il mercato italiano puntando sulla realizzazione di importanti eventi fieristici che richiamino realtà e compratori stranieri, puntando su Milano quale città cardine per rappresentare l’Italia in Europa.

Il canale del cibo e dell’alimentazione, così come osservato da Cogefim S.r.l., importante società del campo aziendale, può funzionare da apripista per una massiccia azione di esportazione che possa essere realizzata anche su differenti settori commerciali che dimostrano un carattere di eccellenza nel nostro Paese.

Le opinioni espresse ad AMEC sulla stampa in 3D e la valutazione di Cogefim S.r.l.

Tag

Nel corso della AMEC, Additive Manufacturing European Conference, che ha avuto luogo lo scorso 23 giugno, si è affrontato ampiamente il discorso relativo alla risorsa tecnologica di sempre maggiore interesse della stampa 3D, altresì nominata tecnologia di produzione additiva.

Cogefim S.r.l., quale società operante nel mercato della mediazione commerciale a livello industriale e aziendale, tiene il proprio livello di aggiornamento sempre elevato, per seguire i progressi nel mercato industriale ed essere in tal modo preparata a qualsivoglia richiesta di qualunque tipo di cliente. Per questo motivo segue anche gli sviluppi relativi alla nuova risorsa rappresentata dalla tecnologia della stampa 3D, prendendo in considerazione tutte le opinioni che vengono espresse al riguardo.

AMEC si rivela un terreno fertile per discussioni su questo tema: la conferenza è stata tenuta da importanti esponenti provenienti dagli ambienti accademico, industriale e istituzionale in ambito europeo, i quali hanno affrontato la possibilità di diffondere tale tecnologia grazie ad una produzione in larga scala.

Questa soluzione otterrebbe dei sicuri riscontri, in ambito non solo tecnologico, ma anche economico e, dunque, di mercato, oltre a risultare una risorsa dal basso impatto ambientale. Considerando tali opinioni generali, unite a quelle espresse da una voce autorevole, come quella dell’Amministratore Delegato di Renishaw Italia, Cogefim S.r.l. promuove in pieno tale risorsa del progresso tecnologico, restando in attesa di assistere agli effetti della sua maggiore diffusione.

L’opinione di Cogefim in merito all’evento Intralogistica Italia

Tag

, , ,

Il primo appuntamento fieristico dedicato a prodotti, mezzi, sistemi e processi della logistica interna all’azienda, è stato un successo internazionale che celebra la recente ripresa del mercato di riferimento.

La validità dell’evento viene confermata dal numero dei visitatori, oltre quindicimila presenti, con un 25% di stranieri provenienti da 103 paesi di tutto il mondo. Questo pubblico ha potuto assistere ad una mostra espositiva altamente qualificata dove sono state esposte le soluzioni più innovative inerenti a movimentazione industriale, gestione magazzino, stoccaggio materiale e picking.

È opinione di Cogefim che la manifestazione Intralogistica Italia abbia evidenziato i primi segnali di ripresa del settore della logistica interna.

Cogefim e le opinioni relative all’Esposizione Universale 2015

Tag

, ,

L’Esposizione Universale in corso in questi mesi nella città di Milano rappresenta un’opportunità unica per il rilancio del nostro Paese e per porre termine ad una fase di decrescita che dura ormai da diversi anni. Expo Milano 2015 potrebbe portare un innalzamento del PIL italiano dello 0,4% nell’anno in corso, principalmente grazie a diversi fattori tra cui il turismo che dovrebbe portare oltre 15 milioni di visitatori, l’aumento delle esportazioni con vette del 10% in alcuni settori (principalmente agroalimentare, tessile, energetico e meccanico), l’incremento delle produzioni per un valore di 6 miliardi di Euro e infine la creazione di oltre 100.000 nuovi posti di lavoro. Secondo le opinioni di Cogefim, oltre a questi fattori vi sono altri importanti elementi che contribuiranno alla lieve ripresa italiana come ad esempio la maggiore fiducia da parte dei consumatori e la conseguente ripresa dei consumi privati, l’Euro più debole che favorirà ulteriormente le esportazioni, la diminuzione dei vincoli finanziari e la discesa dei tassi di interesse reali attualmente presenti, la ripresa delle domande di credito, il taglio dell’IRAP e la continua diminuzione dei costi energetici. Ana Boata e Andrea Pignagnoli, Economist Europe di Euler Hermes e analista economico Euler Hermes Italia, all’interno dello studio “Expo Milano 2015: Made in Italy alla grande?” sottolineano come grazie ad Expo 2015 verranno amplificati i rapporti tra l’Italia e i Paesi esteri e i nostri prodotti nazionali beneficeranno di una grande visibilità a livello mondiale poiché oltre il 30% dei partecipanti proviene dall’estero, come ad esempio da Cina, USA, Argentina, Brasile, Turchia ed Emirati Arabi, importanti mercati in cui in nostri prodotti potrebbero acquisire una posizione di prestigio.

Cogefim, opinioni in merito al settore della meccanica-alimentare italiana

Tag

,

L’industria alimentare nazionale esprime la propria importanza a livelli internazionali anche grazie al contributo della meccanica Made in Italy impegnata nella trasformazione della materia prima fino alla cucina. Caratterizzato da oltre 194.000 addetti, il settore dedicato alla meccanica italiana registra un fatturato pari a 40 miliardi di euro e una quota export/fatturato del 58%.

In un contesto attuale, contraddistinto dal crescente interesse da parte dell’utente finale sul processo integrale, sui macchinari utilizzati, sull’efficienza energetica applicata grazie ai quali nasce il cibo sicuro e di qualità, Federazione ANIMA assieme al Museo della scienza e della tecnologia ha organizzato la mostra #FoodPeople. In cooperazione con le Associazioni di categoria, che rappresentano le tecnologie dedicate al settore dell’acqua, delle rinnovabili termiche, dell’ambiente e della sicurezza, della movimentazione, logistica e sollevamento, ANIMA ha predisposto uno spazio espositivo ove poter guardare con occhi diversi oggetti e tecnologie del settore agroalimentare che fanno ormai parte del nostro quotidiano. Una mostra dedicata all’esplorazione il mondo delle imprese italiane che producono oggetti e tecnologie di processo per la lavorazione e trasformazione degli alimenti, come gli utensili da cucina domestici e professionali e le tecnologie per la produzione industriale alimentare.

È opinione di Cogefim quanto l’Esposizione Universale Milano 2015 rappresenti ora un’ottima occasione per mostrare a livello globale il design, la qualità e la sicurezza che contraddistinguono il mondo della meccanica-alimentare italiana.

L’industria di fonderia: le opinioni di Cogefim sul mercato tedesco

Tag

Cogefim, nella sua attività di mediazione nelle compravendite aziendali, pone attenzione ed interesse riguardo l’andamento di ognuno dei settori industriali, sia a livello nazionale che internazionale, con il fine di offrire consulenze efficienti.

Tra questi propone le proprie opinioni sull’industria di fonderia all’interno del mercato tedesco. Questo comparto, di sempre maggiore rilevanza, si pone come ausiliario per ulteriori rami industriali, determinando un forte contributo per il progresso tecnico, il quale si rivela a sua volta fondamentale per sostenere numerose economie. Altrettanto importante per questo fine è il mantenimento dei costi operativi concorrenziali, pur incoraggiando un sempre maggiore sviluppo del livello produttivo. I settori a cui l’industria di fonderia si appoggia sono principalmente quelli della produzione automobilistica, della costruzione macchine, dell’edilizia e del mercato energetico. Il primo in particolare si dimostra trainante, considerando i valori rilevati dalla Bundesverband der Deutschen Giesserei-Industrie (Associazione Federale Tedesca dell’Industria di Fonderia), secondo i quali il 50percento dei pezzi fusi prodotti in Germania ha avuto destinazione all’industria delle automobili, a fronte di un 25percento per l’industria di costruzione macchine.

Una previsione, inoltre, della IKB Industriebank (Banca dell’Industria) vede un aumento della richiesta dei prodotti fusi nel settore dell’industria automobilistica nell’arco di un decennio, mentre la IKB-Marktuntersuchung (Ricerca di Mercato) delinea una situazione internazionale in cui il consumo dei materiali fusi prodotti in Europa aumenterebbe nei Paesi orientali, prima tra i quali la Cina. Il mercato Russo, invece, potrebbe in futuro riscontrare maggiori difficoltà. Un’area interessante quella dei Paesi appartenenti al NAFTA (North American Free Trade Agreement), tra i quali spicca il Messico, grazie al progressivo processo di reindustrializzazione che lì si sta verificando agevolato dai costi energetici bassi.

La rilevanza di questo settore industriale, soprattutto in Germania, è dimostrata anche dal numero di manifestazioni ad esso dedicate: quattro le fiere tecnologiche che avranno luogo a Düsseldorf dal 16 al 20 giugno 2015, ovvero GIFA (Fiera internazionale specializzata della fonderia), METEC (Fiera Internazionale Specializzata della Metallurgia), THERMPROCESS (Fiera Internazionale Specializzata per le Tecniche di Processo Termico) e NEWCAST (Fiera Internazionale Specializzata per i Prodotti di Fonderia), unite dal motto comune “Il brillante mondo dei metalli” (The Bright World of Metals), ovvero l’esigenza di mantenere centrale la tematica dell’Efficienza delle Energie e delle Risorse.